Select Your Style

Choose your layout

Color scheme

rimedi naturali, sani ed efficaci

I 4 tipi di pelle più diffusi: classificazione e prodotti specifici

La cura della nostra pelle è indispensabile! La cute modella le forme senza nasconderle, si solleva sulle sporgenze e si abbassa sulle depressioni, riflette le contrazioni e i rilassamenti muscolari. Ma come facciamo a distinguere i vari tipi di pelle? Ecco la classificazione che vi aiuterà a scegliere i prodotti più adatti a ogni vostra esigenza!

 

Dai tipi di pelle ai prodotti dedicati

I principali tipi di pelle sono 4, i seguenti:

tipi di pelle: pelle secca, pelle normale, pelle grassa e pelle mista

La pelle normale

La pelle normale è caratterizzata da un equilibrio fisiologico che rende la superficie cutanea liscia, soda e vellutata. Questi tipi di pelle hanno una buona concentrazione d’acqua trattenuta nello strato corneo (lo strato della pelle esterno che vediamo e tocchiamo). Un ottimo prodotto per mantenere l’idratazione, messa a dura prova durante le nostre intense giornate, è la crema da viso DRY SKIN CREMA IDRATANTE – 80% BAVA DI LUMACA.

 

La pelle secca

La pelle secca è dotata di una pellicola idrolipidica insufficiente (attività delle ghiandole sebacee e sudoripare) e quindi non è in grado di conservare il film idrolipidico superficiale, manifestando così una riduzione della riserva d’acqua intracellulare dello strato corneo. Le cuti secche sono fragili e sensibili ai fattori atmosferici e agli agenti chimici (farmaci) e traumatici, come le depilazioni. I prodotti cosmetici da applicare su questo tipo di pelle devono sia reintegrare la quantità d’acqua sia proteggere dagli agenti esterni. Un ottimo prodotto è il SUPER GEL DERMOPROTETTIVO – 92% BAVA DI LUMACA: portalo sempre con te, puoi utilizzarlo in più occasioni!

 

La pelle grassa

Rispetto ai tipi di pelle già analizzati, quella grassa è determinata da un’abbondante secrezione di sebo, che può essere ricondotta a un’alterazione dell’equilibrio ormonale. In questo caso, la detersione della cute va effettuata con prodotti ad hoc, come l’olio in acqua; l’acqua micellare è un ottimo compromesso: anche se ne abbiamo sentito parlare molto spesso nell’ultimo periodo, in realtà è disponibile sul mercato già dagli anni ‘80! Compito dell’acqua micellare è quello di sciogliere e asportare la pellicola sebacea in misura blanda, evitando di aggredire o irritare la cute trattata. Ideale come struccante, può essere accompagnata da creme contenenti sostante astringenti e antisettiche.

Non hai l’acqua micellare a portata di mano? Miscela 4 cucchiaini di succo d’uva o di cetriolo e aggiungi 100 ml di acqua distillata in cui hai fatto macerare dei petali di rose per una giornata. Se non hai la pelle grassa puoi aggiungere qualche goccia di olio di mandorle!

 

La pelle mista

Spesso la cute, specialmente quella del volto, manifesta segni di untuosità in alcune zone, mentre in altre rimane più secca: in questo caso si è in presenza di pelle mista. Normalmente è causata da un eccesso di sebo, che si concentra naturalmente nelle zone della fronte e del naso (la tipica zona “T”) e del mento. Al contrario, il contorno occhi, le guance e, talvolta,  gli angoli del naso sono più soggetti alla pelle secca. In questo caso, vi consiglio di trattare ogni zona con il cosmetico adatto alla problematica specifica.

Author Info

Naturalsano

Nessun Commento

Lascia un commento