Select Your Style

Choose your layout

Color scheme

rimedi naturali, sani ed efficaci

Fame nervosa

T24: contro la dipendenza da comfort food

Conosciuta anche con il nome di emotional eatingfame emotiva -, la fame nervosa è un disturbo alimentare che spinge ad alleviare le emozioni troppo intense con le abbuffate di cibo. Chi soffre di fame nervosa considera il cibo confortante comfort food – e in esso si rifugia tutte le volte in cui si trova a convivere con uno stato d’animo negativo, come la noia, la solitudine, l’ira, l’ansia, la tristezza e lo stress.

Acquista ora il T24, lo spray contro la dipendenza da comfort food

Perché il cibo è confortante?

Alla base del cibo confortante ci sono motivazioni psicologiche e fisiologiche. Vediamone alcune.

  1. Il cibo confortante rievoca emozioni positive – Alcuni cibi possono riportare alla mente il ricordo di situazioni piacevoli e di persone a noi vicine: il profumo e il sapore dei piatti – ma anche la loro preparazione – sono in grado di suscitare emozioni positive e di alleviare quelle negative.
  2. “Abbuffata” è sinonimo di “festa” – Compleanni, pranzi di Natale o cene di Capodanno. Quello tra festa e cibo è diventato un binomio indissolubile. L’abbuffata rievoca ricordi positivi e, in molti casi, è diventata sinonimo di felicità – almeno a livello inconscio -.
  3. Il cibo confortante dà una soddisfazione immediata – La fame nervosa cerca di sopperire con il cibo a una situazione di disagio o a una sensazione di vuoto. Gli alimenti gratificano e danno una soddisfazione immediata, semplice e a portata di mano.
  4. Il cibo confortante rispecchia la nostra personalità – Ci identifichiamo con gli alimenti che mangiamo; i cibi confortanti sono quelli in cui ci riconosciamo maggiormente. Uno studio ha dimostrato come molte donne annoverino l’insalata tra i comfort food; l’uomo tende, invece, a preferire la più “virile” carne rossa.
  5. Il cibo confortante aumenta le quantità di serotonina e dopamina – Alcuni cibi aumentano le quantità di serotonina, che è responsabile del buon umore, e di dopamina, che ha un effetto gratificante. Poiché la serotonina è prodotta anche durante l’attività sportiva, quest’ultima può essere utile per contrastare la fame nervosa.

Acquista ora il T24, lo spray contro la dipendenza da comfort food!

contrastare la fame nervosa

Perché l’effetto confortante del cibo ha breve durata?

La fame nervosa porta ad abbuffarsi di cibo – dolce o salato è indifferente – in modo incontrollato; la ricerca di comfort food è una via di fuga che non ha nulla a che vedere con la fame biologica: chi soffre di fame nervosa divora qualsiasi cibo, a prescindere dal suo sapore. Come se fosse in trance.

Solo che… c’è un però. L’effetto gratificante del cibo si esaurisce dopo l’ultimo boccone. Terminata l’abbuffata, le emozioni negative e il disagio iniziale riaffiorano esattamente come prima; questa volta, però, sono affiancate dal senso di colpa, che potrà essere placato solo con una nuova ondata di cibo.

Cibo confortante, senso di colpa. Cibo confortante, senso di colpa… E’ l’inizio di un circolo vizioso. Come venirne a capo?

 

Come si può contrastare la fame nervosa?

Per contrastare la fame nervosa occorre prima di tutto identificarne le cause; praticare un’attività sportiva è senz’altro un valido aiuto. Determinante è anche l’assunzione di integratori naturali specifici, come il T24, un antifame naturale spray dalle dimensioni contenute, nato e studiato per essere portato in viaggio o per essere trasportato dentro a una borsetta.

Acquista ora il T24, lo spray contro la dipendenza da comfort food!

T24 spray antifame

Author Info

naturalsano

Nessun Commento

Lascia un commento